Psicologia giuridica

La psicologia giuridica è un branca della psicologia che si occupa dei processi psicologici relativi ai diversi aspetti della dimensione giuridico-forense. Si può suddividere la psicologia giuridica in diversi campi quali quello giudiziario, criminale, legale, forense, rieducativo e legislativo.

In tale ambito allo psicologo è richiesta inoltre una particolare competenza rispetto a metodi e procedure specifiche del settore forense.

Lo psicologo forense opera su richiesta di un Magistrato o di un Avvocato, in qualità di Perito, Consulente Tecnico d’Ufficio o di Parte, con la finalità di rispondere ad uno o più quesiti che gli vengono posti.

Il contributo dello psicologo viene definito “consulenza tecnica” se lo psicologo opera in ambito civile, mentre si parla di “perizia” in ambito penale. Un ulteriore distinzione va fatta in base a chi affida il mandato allo psicologo, sia esso un giudice, un pubblico ministero, un avvocato o un privato cittadino. Se lo psicologo forense viene nominato dal giudice in ambito penale, come già detto, è indicato come “perito”, in ambito civile è invece indicato come “consulente tecnico d’ufficio” (CTU), mentre, sia nel civile che nel penale, se l’esperto viene nominato dal privato cittadino è indicato come “consulente tecnico di parte” (CTP), (Abazia, 2009).

La valutazione tecnica attraverso l’indagine psicologica offre ai giuristi elementi sostanziali nella prospettiva di dirimere questioni di pertinenza forense e diviene di frequente parte essenziale all’interno del processo decisionale.

Il dott. David Daris, avvalendosi della propria esperienza in merito a diversi test (vedi sezione TEST), ha la competenza per redigere una relazione psicodiagnostica mirata alla risposta al quesito o ai quesiti specifici che gli vengono posti in ambito giuridico.

In tale contesto oltre all’utilizzo del test di personalità MMPI-2 e MMPI-A, il dott. David Daris utilizza il test di Rorschach, secondo il Sistema Comprensivo di Exner, che è infatti, assieme ad altri reattivi psicodiagnostici, uno dei più richiesti ed impiegati. Tale strumento offre scarse possibilità ai periziandi di attivare difese coscienti volte a modificare l’immagine di sé in base alle risposte agli stimoli proposti. Inoltre offre la possibilità di fornire una disagnosi differenziale di tipo nosografico, e permette una valutazione attendibile ed obiettiva del funzionamento psico-affettivo della personalità, al di là dell’immagine consapevole che ne ha il soggetto, quindi una descrizione dettagliata, puntuale e profonda degli autentici meccanismi che muovono l’individuo, siano essi normali o patologici.

Il dott. David Daris fornisce consulenza psicogiuridica in ambito civile e penale.